Ho avuto il privilegio di essere invitata alla presentazione di un nuovo interessante progetto, un programma che promuove le buone abitudini ed uno stile di vita sano.

Un’iniziativa della Compagnia di San Paolo in collaborazione con la Regione Piemonte per un tema davvero interessante: la prevenzione dell’obesità infantile.

Il 10 maggio al Salone del libro di Torino c’è stato il primo lancio della Campagna Bimbingamba Zerosei, la proiezione del divertente ed istruttivo video ha suscitato l’interesse e l’attenzione di grandi e piccini!

Al centro della campagna il benessere dei bambini e la salute della futura generazione.

Un sondaggio di Okkio alla Salute rileva che in Italia il 6% dei bambini della fascia 0-6 anni è obeso mentre il 18,4% in sovrappeso. Il dato più sconcertante è che il 37% delle mamme non riconosce l’obesità del proprio figlio.

Trovo questi dati abbastanza allarmanti e significativi di uno stile di vita dei bambini di oggi “sbagliato”.

Capisco che sia più comodo dar da mangiare cibi pronti, merendine confezionate e piazzarli a guardare la tv o l’ipad tutto il giorno.

E’ sicuramente meno impegnativo per noi genitori e loro sono “tranquilli, non ci danno fastidio”.  

Non è facile modificare uno stile di vita ma dobbiamo assolutamente pensare alla salute dei nostri figli, abbiamo il dovere di fare qualcosa di concreto e soprattutto questo qualcosa avrà ripercussioni positive anche sulla nostra di salute.

Adesso non dico di cambiare drasticamente ma pian pianino incrementare cibo sano e movimento.

Io per prima non sono una salutista e mi ha stupita Tobia che dopo aver partecipato alla giornata ha iniziato a dirmi “mamma mi mangio una carota che è sana e contiene tante vitamine”.

I bambini capiscono ed assorbono molto più velocemente di quanto pensiamo ed è per questo che coinvolgerli è molto utile, loro ci aiuteranno “insegnandoci e ricordandoci” le cose giuste da fare!


Ma in cosa consiste esattamente la campagna Bimbingamba ZeroSei?

E’ un programma di formazione per operatori sanitari affinché divulghino un messaggio univoco per il benessere dei bambini da 0 a 6 anni, un programma di interazioni tra diversi servizi sociosanitari della Regione Piemonte.

Questo progetto si rivolge a tutta la comunità educante con attività di prevenzione mirateche potrete trovare nei punti segnati sulla mappa.

Sul sito trovate la mappa del Piemonte sulle strutture ospedaliere o sociosanitarie che da settembre saranno attive.

I concetti fondamentali del progetto sono:

  •  Attenzione ad una sana alimentazione fin dalla gravidanza e un corretto stile di vita
  •  l’importanza dell’allattamento al seno
  •  gioco e movimento all’aria aperta

Durante questa giornata informativa sono intervenuti professionisti a spiegarci l’importanza di questo progetto che si suddivide in 4 fasce di consigli.

FUTURA MAMMA  

10 consigli per vivere la tua gravidanza con Amore Sano

La Dr.ssa Ostetrica Paola Serafini, Dirigente Area Ostetrica Neonatale Ginecologica PO Sant’Anna di Torino, ha sottolineato l’importanza di adottare uno stile di vita sano da prima della gravidanza; ricordandoci che siamo quello che mangiamo!

In gravidanza non è necessario cambiare alimentazione se è sana, si può mangiare tutto.

Non bisogna mangiare per due, ma fare più pasti al giorno (senza esagerare).

E’ importante ridurre la caffeina, bere molta acqua per rimanere idratate e produrre più liquido amniotico, mangiare frutta e verdura fresca di stagione, carni magre, pesce, latticini per garantire l’apporto di tutti i principi nutritivi necessari.

Ricordiamoci inoltre che in gravidanza non siamo malati e possiamo, anzi dobbiamo fare movimento!  Bastano anche piccole cose come camminare o nuotare, sono da evitare invece gli sport estremi.

STO ALLATTANDO –  SONO GENITORE

Qualche semplice mossa di Amore Sano per essere al massimo della forma e consigli per genitori che devono fare pratica con svezzamento, alimentazione e gioco di bambini piccoli.

Il Prof. Gianni Bona, Primario Emerito di Pediatria Azienda Ospedaliera Universitaria Maggiore della Carità di Novara, ci ha ricordato quanto sia importante trovare un pediatra di riferimento, una persona della quale fidarsi e alla quale affidarsi.

In Italia siamo molto fortunati ad avere un pediatra gratis per ogni bambino.

E’ importante scegliere di allattare ma altrettanto importante non colpevolizzare o incriminare chi per ragioni diverse non è in grado di farlo!

Allattare al seno riduce il rischio di aumento di peso del neonato e inoltre sarebbe meglio allattarlo fino a 6 mesi perchè attraverso il latte passano gli anticorpi che aiutano il bambino a difendersi dalle infezioni.

Dopo il latte inizia una fase importante per un bambino “lo svezzamento” chiamato anche alimentazione complementare.

Non tutti i bambini sono uguali e per alcuni (tipo i miei figli) può essere difficile staccarsi dal seno ed approcciarsi al cibo solido.

Proprio per questo è fondamentale proporre cibi che abbiano un aspetto diverso, puntare sui colori e variare il più possibile i sapori perchè la memoria del gusto si sviluppa entro i primi 2 anni di vita.

Non esagerare con le proteine (carne, pesce, uova e latticini) perchè l’assunzione eccessiva di proteine dopo il latte materno è uno dei principali responsabili dell’aumento di peso.

Lo svezzamento può essere un buon momento per adottare anche noi genitori delle sane abitudini alimentari. 

MOVIMENTO

Le esperte di movimento, la Dott.ssa Giulia Bardaglio Docente presso il CdL in Scienze dell’Educazione Motoria e delle Attività Adattate di Torino e la Dott.ssa Francesca Magno Docente presso il CdL in Scienze delle Attività Motorie e Sportive di Asti hanno spiegato l’importanza dell’attività motoria nei bambini.

Il bambino fin da subito ha bisogno di scoprire il mondo attraverso il movimento e l’esplorazione. Non dobbiamo aver paura di far strisciare o gattonare nostro figlio, fa parte della crescita ed è importante per la sua coordinazione e sarà una mancanza incolmabile; lasciamoli liberi di giocare e scoprire qualunque cosa (ovviamente sotto il nostro controllo).

Fare movimento non vuol dire iscriverli fin da subito ad attività agonistiche o attività sportive specifiche, sarebbe davvero troppo presto!

Da 0 a 3 anni è consigliata un’attività ludica presportiva.

Dai 3 ai 6 anni sarebbe meglio far praticare attività semi-strutturate che permettano di sperimentare vari tipi di movimento senza essere ripetitivi e soprattutto sempre all’insegna del gioco.

Un esempio di attività che praticano i miei figli con grande entusiasmo è la Baby Gym che unisce divertimento e gioco a vari esercizi e movimenti che aiutano a migliorare la coordinazione. (il post sulla baby Gym lo trovi  QUI)

Ma non indispensabili ampi spazi o palestre per far muovere i nostri figli, si possono anche creare aree in casa adatte al bambino, per consentirgli di muoversi in libertà e senza pericolo.

Lo vedo con i miei figli che si divertono a giocare con i grandi cuscini del divano, creano la casetta, lo scivolo, un’auto, insomma non stanno fermi e sperimentano anche in casa.

Oltre a questo possiamo farci aiutare nelle varie attività domestiche, loro si divertiranno un sacco ad imitarci. Via libera alle pulizie di gruppo, al mettere in tavola, al lavare frutta e verdura oltre al riordino che è sempre un’attività gradita da noi mamme!!!

E poi invece dell’ascensore facciamo tutti insieme le scale e camminiamo nel tragitto casa-scuola.

E’ molto importante uscire, lasciarli correre, farli camminare, portarli al parco e lasciarli liberi di giocare e scoprire qualunque cosa. I bambini hanno bisogno di libertà e di lasciarsi andare alla fantasia. Non è necessario organizzare sempre tutto, proviamoci e ci stupiranno!!

E se fa freddo? E se piove o nevica?

Il clima non può essere una scusa per tenerli in casa, basta vestirli adeguatamente ed uscire. Loro saranno felicissimi di saltare nelle pozzanghere o di rotolarsi nella neve.

Amore sano riassume in 10 semplici passi le buone abitudini da mettere in pratica per ogni fase.

Sul sito www.programmazerosei.it trovate tutti i dettagli e delle utilissime schede stampabili per aiutarci nel nostro compito.


Durante questa giornata informativa i miei figli si sono divertiti un sacco con le animatrici!

Hanno colorato, impastato, fatto esperimenti e imparato il balletto.

“Dai Dai zero sei” è diventato il nuovo tormentone dell’estate a casa nostra 😉


Amore Sano è un decalogo di buone regole che valgono per amici, parenti, insegnanti, professionisti insomma… per tutti…

BIMBINGAMBA ZEROSEI:

UNA BUONA OCCASIONE PER INTRODURRE UNO STILE DI VITA EQUILIBRATO PER TE, IL TUO BAMBINO E LA TUA FAMIGLIA!!!